Chasing Life stagione 1

Si è conclusa la prima, complicata, stagione di Chasing Life, serie interessante e già riconfermata. Tra alti, e qualche basso, per ora mi sento di promuoverla, vediamo il perchè. Mi raccomando, se decidete di proseguire, attenzione agli spoiler che potrebbero esserci, siete avvisati!

Chasing Life parla di una ragazza ventiquattrenne che di colpo scopre di avere un tumore, la cosa finirà per sconvolgere la vita a lei ed ai suoi famigliari. L'idea è interessante e coraggiosa, rappresentare su schermo le sofferenze e gli sconvolgimenti che un evento del genere porta non è facile perchè si deve riuscire a raccontare fatti ed emozioni con onestà evitando però di far diventare il tutto pesante ed opprimente, in questo gli autori sono stati bravi ed hanno fatto un ottimo lavoro.
La serie però secondo me paga il cambio di programma in corso, inizialmente infatti la stagione doveva essere composta da tredici episodi ma è poi stata allungata a ventuno creando una serie di problemi, innanzitutto di messa in onda. I primi dieci episodi sono andati in tv fra giugno ed agosto 2014, a dicembre abbiamo avuto un episodio natalizio e poi la serie è ripresa a gennaio per arrivare a conclusione a marzo, insomma un pastrocchio.
L'allungamento sembra però aver avuto effetto anche sulla storia, la questione cancro infatti si risolve, almeno all'apparenza, già a metà stagione lasciando un pò di vuoto narrativo e creando una flessione nel livello generale. Del resto se incentri una serie su un certo problema, o evento, una volta risolto non ti rimane molto e rischi di andare semplicemente avanti raccontando la storia dei personaggi trascinandoti tra storielle d'amore ed inciuci, una cosa già ampiamente vista più e più volte.
Chasing Life ha rischiato questa fine già dopo solo mezza stagione allungata, devono essersene accorti anche gli autori che hanno tamponato la situazione con alcuni espedienti narrativi per poi, nel finale di stagione, far tornare il cancro aprendo varie strade alla già confermata seconda stagione. Se, come penso, gli eventi sono stati condizionati dalle modifiche in corso non posso fare una colpa agli autori, anzi, alla fine pare siano riusciti a riannodare i fili, se invece era già stato pensanto dall'inizio, secondo me, è stato un grosso errore ed il tutto è stato gestito molto male. 
Ovviamente al centro della serie c'è April e Italia Ricci fa un buon lavoro col personaggio, attorno però si snodano tanti comprimari con varie sottotrame più o meno riuscite. Ho trovato interessante e ben fatto tutto il filone sentimentale di April che coinvolge Dominc, Leo e, sul finale, anche la sorellastra Natalie. Anche le questioni famigliari sono ben gestite comprese quelle che coinvolgono lo zio George e la già citata Natalie. Indispensabili le pause di alleggerimento che riguardano Beth mentre, secondo me, un pò meno riucito è il filone che riguarda Brenna e Greer. Idolo assoluto è nonna Emma, fantastica!
Nel complesso comunque mi sento di promuovere Chasing Life a cui però serve passare un esame di maturità nella prossima stagione, certi errori non vanno ripetuti soprattutto se si vuole proseguire ed evitare una chiusura anticipata. 

INFORMATIVA

Questo sito NON fa uso di cookies di profilazione, ma utilizza cookies di terze parti (social share e google analytics).
Cliccando su “accedi al sito” si presta il consenso all’utilizzo dei cookies di terze parti.