Glee

Si è definitivamente conclusa, con una breve sesta stagione, la serie cult Glee ed io mi trovo a dover scrivere una delle più difficili recensioni che abbia mai fatto. Ci sto pensando da giorni ed alla fine ho deciso che l'unica è riversare i miei pensieri di getto. Mi raccomando, se decidete di proseguire, attenzione agli spoiler che potrebbero esserci, siete avvisati!

Parliamoci chiaro io non avrei mai iniziato a vedere una serie come Glee, non mi avrebbe mai attirato e, anche dopo averne viste sei stagioni, posso confermare che non è il mio genere e dubito lo sarà mai. Sono però contento di averla vista, e seguita fino in fondo, e per questo devo ringraziare la mia ragazza, grandissima fan di Glee, che mi ha iniziato alla serie e mi ha tenuto davanti al televisore anche quando la voglia mi stava decisamente passando. C'è un motivo se trovo così difficile parlare di Glee e se anche alla fine dell'articolo difficilmente avrete un giudizio chiaro, il problema è che questa serie, per tutta la sua durata, ha vissuto su degli estremismi assurdi passando da puntate che ho letteralmente amato, e mai avrei pensato fosse possibile, a episodi che ho odiato come raramente mi è capitato.
Non ci sono mezze misure nel descrivere questo show che nelle ultime stagioni era crollato in scelte incomprensibili, calando prepotentemente di livello, per poi riassumere tutto in una cortissima ultima stagione, saltando tra episodi stupendi ed episodi senza senso, fino ad un finale semplicemente perfetto! Chi mi segue sa che sono un drogato di serie tv, ne ho viste tantissime, e credo di avere una certa esperienza per dire come spesso, anche serie bellissime, finiscano per cadere sul finale rovinando tutto. Ho recentemente scritto di How I Met Your Mother ma di esempi ne avrei a valanghe, chi ha detto Dexter? Insomma è chiaro che scrivere un bel finale di una serie, che riesca anche ad accontentare tutti, risulta un impresa quantomeno ardua, a tratti anche impossibile, eppure con Glee ci sono riusciti.
Ma il finale non è l'unico merito di questa serie che con leggerezza, esagerazioni, caricature e forzature, ha toccato parecchi argomenti delicati ed attuali (bullismo, emarginazione, ecc, ecc), la vera forza è la capacità di emozionare, di riuscire, nel bene e nel male, a far provare qualcosa senza quasi mai lasciare annoiati, o indifferenti, gli spettatori. Io ad esempio, pur trovando quarta e quinta stagione non al livello delle altre,  ho odiato come siano stati completamente tagliati i personaggi introdotti nella quinta stagione per inserirne di nuovi che non si è avuto il tempo di approfondire e continuo a trovare assolutamente incomprensibili alcune scelte ed alcuni episodi. Mi spiace anche che nel finale si sia detto poco di alcuni personaggi storici come Puck e Quinn ma non posso non amare la scelta di far portare avanti a Rachel una gravidanza per Kurt e Blaine, o il discorso di Rachel che rende il giusto merito a Schuester vero cardine dell'intera serie.
Non posso poi dimenticare che gli autori si sono trovati a dover rivedere tutto il progetto, dopo la tragedia di Cory Monteith, e questo è un ulteriore merito visto il finale che sono riusciti ad imbastire ma anche una cosa che mi fa imbestialire perchè nelle ultime stagioni, dopo svariati episodi, mi sono trovato a pensare che mi stava passando la voglia di vedere e Glee e dopo i primi episodi di questa sesta stagione sono stato contento che stava per finire. Ed invece ora, dopo il finale ed alcune delle ultime puntate, mi spiace perchè sono riusciti a riportare lo show ai livelli iniziali che erano riusciti nell'impensabile impresa di farmi appassionare, nonostante tutto, a questa serie.
Insomma Glee è stato coerente fino alla fine nel suo anticonformismo riuscendo a lasciare un segno indelebile nel mondo delle serie tv, da parte mia posso dire che mi è piaciuto e l'ho apprezzato ma, di sicuro, non sfiora nemmeno lontanamente la mia top ten di serie tv, nonostante questo mi mancheranno alcuni personaggi (ovviamente Schuester e Blaine su tutti) e porterò con me per sempre tante canzoni conosciute grazie a questa serie e che ho amato da subito. 

INFORMATIVA

Questo sito NON fa uso di cookies di profilazione, ma utilizza cookies di terze parti (social share e google analytics).
Cliccando su “accedi al sito” si presta il consenso all’utilizzo dei cookies di terze parti.