F1 Catalunya 2015

La F1 torna in Europa e Rosberg per la prima volta quest'anno riesce a regolare il compagno, in tutto il weekend. Hamilton parte male e fatica ad avere la meglio su Vettel, alla fine il risultato però segna un passo indietro per la Ferrari e regala alla Mercedes l'ennesima doppietta. Vi racconto le mie impressioni.

Rosberg domina per tutto il weekend e per la prima volta nel 2015 regola il compagno di squadra. Hamilton dal canto suo, col passo della seconda parte di gara, dimostra che forse qualche grattacapo a Nico poteva darlo ma spreca tutto in partenza faticando poi a passare Vettel. Il duello tra i due sembra però più frutto della delicata areodinamica Mercedes che va in crisi quando è in scia ad un avversario, perchè una volta invertite le posizioni la differenza di passo è enorme e mostra un passo indietro della Ferrari rispetto alle scorse gare. In campionato Hamilton resta in vetta ma Rosberg accorcia a venti punti il distacco, undici più indietro troviamo Vettel. Nei costruttori invece non c'è storia, 70 punti dividono Mercedes e Ferrari.

Nico Rosberg: weekend perfetto per il tedesco che non sbaglia niente e non lascia nulla agli avversari, verrebbe da dire che ha fatto l'Hamilton. Gara importante perchè Nico ha invertito la tendenza, è riuscito a battere il compagno e gli ha rosicchiato qualche punto, ora però è necessario confermarsi per evitare che questa gara diventi un caso isolato.

Lewis Hamilton: subisce il compagno per tutto il weekend su una pista che non ama, nella seconda parte di gara mostra un passo mostruoso e mette il dubbio che avrebbe potuto provare a battere Rosberg. Non lo sapremo mai però perchè Lewis rovina tutto con una brutta partenza, fatica a liberarsi di Vettel e poi viene anche penalizzato da un problema alla prima sosta che gli impedisce di passare il ferrarista e lo costringe a cambiare strategia.

Sebastian Vettel: all'inizio illude di poter puntare al secondo posto ma, alla fine, la sua resistenza è solo un regalo a Rosberg, e deve accontentarsi del gradino più basso del podio, un risultato che delude la Ferrari soprattutto per il distacco. Seb però non sembra avere colpe avendo fatto il più che poteva con quello che aveva a disposizione.

Valtteri Bottas: la Ferrari si allontana dalla Mercedes e la Williams si avvicina alla Ferrari... ed il Finlandese è sempre pronto ad approfittarne, questa volta si tiene dietro Raikkonen.e porta a casa ltri punti buoni che lo avvicinano al pilota Ferrari e lo rimettono davanti al compagno.

Kimi Raikkonen: gara complicata e poco soddisfacente, se la Mercedes è ancora irraggiungibile la Williams va battuta, Kimi manca l'obbiettivo e paga quindici secondi di distacco dal compagno.

Felipe Massa: la posizione di per se ci può stare, molto meno i ventidue secondi di distacco dal compagno, a parziale giustificazione l'imbuto al via, ma non basta.

Daniel Ricciardo: è il primo dei doppiati, e questo la dice lunga, ma le colpe sembrano molto più dell'auto che del pilota, Daniel infatti in gara riesce a guadagnare posizioni ed a portare a casa ancora una volta la prima posizione utile dopo le solite, e inavvicinabili per gli altri, Mercedes, Ferrari e Williams. Stesso discorso in classifica, sia piloti che costruttori.

Romain Grosjean: altra bella gara che vale un ottavo posto, in gara ed in classifica, e porta punti preziosi alla Lotus nella lotta ravvicinata con Sauber, Toro Rosso e Force India per il quinto della classifica costruttori.

Sainz e Verstappen: i due ragazzini terribili della Toro Rosso si mettono dietro le Red Bull in qualifica, in gara fanno un pò più fatica ma alla fine arrivano entrambi a punti.

McLaren: niente da fare, in qualifica riescono a mettersi dietro Sauber e Force India, oltre alla solita Marussia, ma in gara tornano i problemi con Alonso costretto al ritiro per un problema ai freni, pare causato da una visiera a strappo, e Button in fondo alla classifica.

INFORMATIVA

Questo sito NON fa uso di cookies di profilazione, ma utilizza cookies di terze parti (social share e google analytics).
Cliccando su “accedi al sito” si presta il consenso all’utilizzo dei cookies di terze parti.